Archivio

Post Taggati ‘nuovo’

Migrazione in corso

15 Novembre 2007 9 commenti

Comunicazione di servizio per tutti voi, navigatrici e navigatori – oltre che fedeli visitatori di questa pagina -: mi appresto a trasferirmi in un nuovo spazio con un nuovo blog (all’indirizzo http://mikydepp.splinder.com/)

Prosegui la lettura…

"The New World – Il Nuovo Mondo" di Terrence Malick

15 Gennaio 2006 2 commenti


Sempre atteso (solo 4 film in più di 30 anni), sempre osannato (la critica lo adora), sempre all’altezza della fama: Terrence Malick si conferma uno dei registi più chiaccherati e al tempo stesso misteriosi (nn rilascia interviste da una vita, l’ultima foto ufficiale disponibile risale al ’98…) della storia del cinema.
Ad alimentare la leggenda ci pensa il suo ultimo, bellissimo film, “The New World” che ho visto Venerdì.
La storia è abbastanza nota essendo stata gia raccontata dal cartone disney del ’95, quel “Pochaontas” che in tantissimi avranno visto, con la differenza che qui i personaggi sono in carne ed ossa ed hanno un’anima.
Sull’amore tra la principessa indiana e il soldato John Smith, membro d’una spedizione inglese alla scoperta della Virginia del 1607, ovvero “il nuovo mondo”, c’è pochissimo da dire se nn che a separarli ci penseranno la difficoltà dalle rispettive genti a convivere e la violenza che ne scaturirà.
Quello che davvero importa è il messaggio che il film trasmettere, una profonda riflessione sull’origine di molti dei moderni mali che segnano il nostro mondo, perfettamente in linea con l’ideologia del regista autore de “La rabbia giovane”, “I giorni del cielo” e il notissimo “La sottile linea rossa”.
Negazione di se e fuga dal mondo: questo contaddistingue la poetica di Malick, con personaggi che in maniera più o meno traumatica si lasciano alle spalle la modernità, fatta di sangue e violenza, per addentrarsi in un universo naturale ancora incontaminato (proprio quello che fa la coppia protagonista de “I giorni del cielo”, il soldato disertore de “La sottile linea rossa” e lo stesso Smith di quest’ultimo film) e sublimato dalla splendida fotografia, del tutto prima di luci artificiali.
Un Colin Farrell versione De Niro in “Mission” ma molto meno convincente e la straordinaria esordiente Q’Orianka Kilcher sono affiancati da Christian Bale (il piantatore di tabacco che sposerà la protagonista portandola poi in Inghilterra) e Christopher Plummer nel ruolo del capo dei coloni che spiega quanto sia importante nn sprecare l’occasione per creare una nuova società, priva degli errori commessi nel vecchio mondo e capace di offrire una possibilità a chiunque di redimersi (come la Gerusalemme de “Le Crociate” di Scott). Una speranza purtroppo disattesa.

Categorie:Cinema Tag: , , , , ,